Aperture > P. di Donna > P. di G. C. > G. di Donna > D. Tarrasch

 Scacchi    Gambetto di Donna, Difesa Tarrasch D32

PGN: 1. d4 d5 2. c4 e6 3. Nc3 c5
FEN: rnbqkbnr/pp3ppp/4p3/2pp4/2PP4/2N5/PP2PPPP/R1BQKBNR w KQkq - 0 4

Siegbert TarraschL'adozione di questo schema difensivo implica che il Nero accetti la possibilità di ritrovarsi con un Pedone centrale isolato dopo la variante 4 c:d5, e:d5; 5 d:c5. L'ideatore dell'apertura, Siegbert Tarrasch (1862-1934), giudicava tale fatto necessario, perché solo la dinamicità del Pedone isolato, in grado di manifestarsi con la spinta Pd5-d4, è - a suo giudizio - il miglior controgioco a disposizione del Nero contro il Gambetto di Donna. Le discussioni teoriche su questa apertura hanno portato ad una maggiore comprensione dei punti di forza e di debolezza dei Pedoni centrali isolati, anche in altre aperture.

Successivamente Akiba Rubinstein (1882-1961) e Carl Schlechter (1874-1918) suggerirono un nuovo modo per contrastare l'idea difensiva del Nero, ovvero aprire alla svelta il fianchetto di Re per rafforzare con l'Alfiere campochiaro la pressione sul Pd5 nero, dando linfa a nuove ricerche su un'apertura che ancor oggi trova i suoi estimatori.

1 d4, d5; 2 c4, e6; 3 Cc3, c5;

Gambetto di Donna, Difesa Tarrasch Posizione base della Difesa Tarrasch

Principali continuazioni:

4 c:d5, ...
Barra statistica basata sui risultati di 56 partite dei tornei tematici
36% 16% 48%

Top Line: 1 d4, d5; 2 c4, e6; 3 Cc3, c5; 4 c:d5, e:d5; 5 d:c5, Cf6; 6 Ae3, Ca6

  Download  Partite dei tornei tematici  

Pagina precedente Livello superiore Pagina successiva