Aperture > P. di Donna > P. di G. C. > G. di Donna > V. Pitschel

 Scacchi    Gambetto di Donna, variante Pitschel D50

PGN: 1. d4 d5 2. c4 e6 3. Nc3 Nf6 4. Bg5 Bb4
FEN: rnbqk2r/ppp2ppp/4pn2/3p2B1/1bPP4/2N5/PP2PPPP/R2QKBNR w KQkq - 0 5

Boris KosticRustam KasimdzhanovIn campo internazionale l'inaugurazione della posizione del diagramma avvenne nel 1873 a Vienna, quando al torneo della capitale dell'Impero Austro-Ungarico l'austriaco Karl Pitschel (1829-1883) sconfisse col Nero in sole 21 mosse il connazionale Josef Heral (?-1877). La linea di gioco fu poi adoperata, anche se solo saltuariamente, prima dal campione americano Frank James Marshall (1877-1944) e poi dal GM serbo Boris Kostic (1877-1963, foto a sinistra). In ogni caso, pur con bassa frequenza, risulta tutt'oggi giocata anche dai più forti scacchisti, in particolare dal GM lettone, naturalizzato tedesco, Arkadij Naiditsch e dal GM uzbeko Rustam Kasimdzhanov (foto a destra), campione mondiale nel 2004-2005.

Il Nero risponde all'inchiodatura relativa sul Cf6 con un'inchiodatura assoluta sul Cc3, in modo da riequilibrare i controlli dei due contendenti sulle case chiare centrali d5 e e4. Il gioco prosegue di solito con 5 e3, O-O; 6 Cf3, Cbd7, rientrando in continuazioni ricavabili pure dal sistema Ragozin e dalla Difesa di Manhattan. La variante Pitschel assume però un'identità chiaramente autonoma qualora il Bianco rinunci allo sviluppo naturale del Cavallo di Re, per esempio col seguito 5 e3, O-O; 6 Cge2, un piano di gioco che si basa su un'idea, 7 a3, non ancora testata ai più alti livelli.

1 d4, d5; 2 c4, e6; 3 Cc3, Cf6; 4 Ag5, Ab4

Gambetto di Donna, variante Pitschel Posizione base della variante Pitschel

Principali continuazioni:
Barra statistica basata sui risultati di 56 partite dei tornei tematici
41% 18% 41%

Top Line: 1 d4, d5; 2 c4, e6; 3 Cc3, Cf6; 4 Ag5, Ab4; 5 e3, Cbd7; 6 c:d5, e:d5; 7 Cf3, O-O (A:c3+)

  Download  Partite dei tornei tematici  

Pagina precedente Livello superiore Pagina successiva