css templates

© Copyright 2019 Andreas Frank Vogt - All Rights Reserved

Storia

Gli ultimi anni del millennio (4)

Nell'autunno del 2000 si svolse finalmente a Londra anche l'altro "match mondiale", quello lungamente atteso fra Kasparov e Kramnik, valevole per il titolo PCA. L'avversario del campione russo fu scelto dal GM inglese Raymond Keene per conto della neonata Brain Games Network Plc, una società creata appositamente per l'evento e sulla quale nascerà in seguito un brutto scandalo causato da un illecito trasferimento di fondi da un'altra società rivale, la Mind Sports Olympiad Ltd. Tali fondi, pari a 50 mila sterline, furono utilizzati proprio per fondare la nuova società, in modo che la gestione del match restasse di esclusiva competenza di Keene e soci, tagliando fuori chiunque altro.

Vladimir Kramnik è nato nel 1975 a Tuapse, sulla costa settentrionale del Mar Nero. È stato un'allievo della scuola di Botvinnik e fu inserito come riservista nella squadra nazionale della Russia all'Olimpiade degli Scacchi del 1992, pur essendo ancora sedicenne, totalizzando 8 vittorie, una patta e nessuna sconfitta, risultato che gli valse una medaglia d'oro. Il primo successo individuale di grande prestigio lo ottenne tre anni dopo, vincendo il torneo internazionale di Dortmund, una competizione nella quale dominò pure nelle tre edizioni successive. Nel 2000 si presentò di fronte a Kasparov con i pronostici a sfavore, avendo un Elo di 2770 punti contro i 2849 del campione in carica. 

Vladimir Kramnik
Kasparov vs Kramnik (2000)

Che il match potesse però aver un esito opposto divenne una realtà fin dalla 2ª partita, con Kramnik molto aggressivo col Bianco, tanto che riuscì a penetrare la Difesa Grünfeld di Kasparov. Nella successiva partita, bruciato dalla sconfitta subita, Kasparov col Nero cambiò impianto difensivo, optando per l'accettazione del Gambetto di Donna del suo avversario, ma si trovò di nuovo in gravi difficoltà e si salvò a stento (la partita fu perciò chiamata "il miracolo di Londra"). Per il campione in carica il vero problema si rivelò tuttavia il gioco col Bianco, dato che trovò insormontabile la Difesa Berlinese riesumata a sorpresa proprio per l'occasione da Kramnik. Si tratta di una variante della Partita Spagnola che godeva all'epoca di una scarsa reputazione teorica ma che Kasparov non riuscì a confutare in tutto il match. Il momento decisivo si ebbe nella 10ª partita, nella quale Kramnik sconfisse di nuovo col Bianco l'avversario in appena 27 mosse! Seguirono altre cinque patte e l'incontro finì col punteggio di 8½ a 6½ per lo sfidante.

Kasparov, nonostante la perdita del titolo mondiale così lungamente detenuto, continuò a giocare ai massimi livelli nei tornei internazionali fino al 2005, quando annunciò il suo ritiro ufficiale dalle gare.

Sempre nell'anno 2000, la FIDE organizzò il 2° torneo KO per la designazione del nuovo campione mondiale. La competizione si svolse in due fasi, a New Delhi ed a Teheran. Non parteciparono, scontatamente per un motivo o per l'altro, tre dei quattro K dell'epoca, ovvero Karpov, Kasparov e Kramnik. Sul nastro di partenza, assieme a 99 altri fortissimi scacchisti di tutto il globo, si presentò invece regolarmente Khalifman per difendere il suo scettro. In qualità di campione in carica, saltò i primi turni eliminatori, entrando in gara al 5° turno, ma venne eliminato subito da Anand col punteggio di 2½ a 3½.

Anand vs Shirov (2000)

Il vincitore della competizione fu proprio il GM indiano, che sconfisse il GM inglese Michael Adams in semifinale e poi Shirov nella finalissima col punteggio eloquente di 3½ a ½. Con questa grande vittoria Vishy Anand divenne il primo Campione del Mondo indiano della storia ed ottenne un enorme prestigio in patria. Il dominio dei K aveva iniziato a scricchiolare...