css templates

© Copyright 2019 Andreas Frank Vogt - All Rights Reserved

Teoria

Gambetto di Donna (GD)

Apertura: Gambetto di Donna

Variante: -

Codice ECO: D06

FEN: rnbqkbnr/ppp1pppp/8/3p4/2PP4/8/PP2PPPP/RNBQKBNR b KQkq - 0 2

Linea standard: 1. d4 d5 2. c4

Debutto ufficiale: 1620 (Greco)

rnbqkbnr/ppp1pppp/8/3p4/2PP4/8/PP2PPPP/RNBQKBNR b KQkq - 0 2

Il Gambetto di Donna ha conosciuto una vastissima diffusione fra la seconda metà dell'Ottocento e la fine dell'ultimo conflitto mondiale. Suoi portavoce furono i migliori scacchisti dell'epoca, attratti da alcune varianti che si distinguono per rigore logico e lucida strategia posizionale. Fu soltanto con l'avvento della scuola ipermoderna e di scacchisti geniali come Nimzowitsch, Réti e Tartakower che venne messo in dubbio il principio su cui si reggono gli impianti difensivi del Nero in quest'apertura, ovvero l'idea di contrastare l'occupazione del centro del Bianco con la spinta immediata Pd7-d5.

Quasi tutte le varianti del Gambetto di Donna vertono sulla lotta per le case focali d5 ed e4, compiuta per mezzo dello schieramento anticipato dei Pedoni centrali, spesso legati in rigide catene contrapposte. Nella maggior parte dei casi il gioco che ne consegue è lento e manovriero, ma non mancano le varianti molto vivaci, come nel Gambetto di Donna accettato (2. ... dxc4) o nel Controgambetto Albin (2. ... e5). Nelle varianti chiuse il Bianco quasi sempre dispone di più spazio per manovrare, mentre il Nero di solito ha qualche problema nel conferire al proprio Alfiere campochiaro un ruolo attivo. In compenso il Bianco raramente riesce a trovare grossi appigli tattici nelle fasi iniziali della partita.

Oggi questa apertura viene giocata con meno frequenza, perlomeno nelle varianti più conosciute, dato che contro la Partita di Donna del Bianco si preferisce in genere optare per i più flessibili e moderni schemi della Difesa Indiana (1. ... Cf6). 

Gambetto di Donna