simple web maker

© Copyright 2019 Andreas Frank Vogt - All Rights Reserved

Pratica

PARTITE STORICHE
Zukertort vs Steinitz

Zukertort - Steinitz

Nel 1886 si svolse negli Stati Uniti d’America il 1° Campionato  del Mondo ufficiale. A contendersi la corona di migliore scacchista mondiale furono il polacco Johannes Hermann Zukertort (1842 - 1888) e l’austriaco Wilhelm Steinitz (1836 -  1900), considerato all’epoca il campione non ufficiale in carica, avendo battuto vent’anni prima in un match il tedesco Adolf Anderssen (1818 - 1879).  L'evento fu importante perché con Steinitz nacque la moderna strategia scacchistica. Fu lui ad elaborare il concetto che il dominio del centro e la solidità posizionale devono prendere il sopravvento sulla pura tattica. Infatti anche nella seguente partita, la 19ª del match, l’austriaco dimostra la bontà di queste sue idee concretizzandole nella forza travolgente di un centro mobile di Pedoni.

Zukertort vs Steinitz

IL CENTRO MOBILE

Zukertort - Steinitz (New Orleans, 24 marzo 1886)

[D53] Gambetto di Donna

1. d4 d5 2. c4 e6 3. Cc3 Cf6 4. Ag5 Ae7 5. Cf3 O-O (la Difesa classica, migliore rispetto a 5. ... dxc4?! perché il Bianco si riprenderebbe facilmente il Pedone con 6. e4, occupando per giunta il centro) 6. c5?! ... 

Una dubbia novità teorica di Zukertort: la spinta di Pedone comprime l’ala di Donna del Nero ma toglie anche la pressione che esercitava sulla punta dello schieramento avversario, cioè il Pd5. La teoria moderna consiglia 6. e3. 

6. ... b6 7. b4?! (cxb4) bxc5?! (a5!) 8. dxc5? ...

Ecco la diversità dell’impostazione strategica dei due contendenti: Zukertort intende attaccare sull’ala di Donna, Steinitz dimostrerà che il centro è più importante. Oggi perfino un giocatore di medio livello avrebbe scelto 8. bxc5 secondo il dettame che le riprese di Pedone vanno effettuate, se non in casi particolari, sempre verso il centro e non verso le ali. All’epoca dell’incontro queste elementari nozioni strategiche erano sconosciute o quasi. 

8. ... a5 9. a3 d4 10. Axf6 gxf6 11. Ca4 e5?

Steinitz consolida subito il suo centro di Pedoni con tale spinta, però poteva prima aprirte la colonna a con 11. ... axb4 12. axb4 (Cxd4? Txa4! 13. Dxa4 Dxd4 ed il Nero cattura con vantaggio due figure leggere per la sua Torre) e5 ed il Nero sta molto meglio. 

12. b5! (lo scacchista polacco si è ora reso conto della situazione pericolosa e perciò impedisce a  Steinitz di aprire la colonna a, lanciando inoltre il suo attacco di Pedoni sull’ala) Ae6 13. g3 c6 14. bxc6?! ... 

Con 14. b6 Zukertort avrebbe costretto l’austriaco a tenere sempre d’occhio questo Pedone, molto  vicino alla promozione. È vero che il cambio apre la diagonale a8-h1 ma favorisce pure lo sviluppo dell’equino nero. 

14. ... Cxc6 15. Ag2 (cercando di sfruttare la lunga diagonale che si è appena aperta) Tb8?! (e4! 16.  Cd2 f5, chiudendola di nuovo) 16. Dc1? ... 

Lo scacchista polacco cerca di scansare la minaccia Ae4-b3, con attacco doppio alla Donna ed al  Cavallo bianchi. L’unica mossa che gli consentiva di resistere, grazie ad un tatticismo, era invece 16. Ch4!, con attacco di scoperta dell’Alfiere campochiaro in fianchetto sul Cc6. Per esempio: 16. ... Ab3 17. Dd2 Axa4 18. Dh6! Ac2 (f5?? 19. Cxf5 Af6 20. Ae4!! e il Bianco vince) 19. Axc6, recuperando il materiale perso.

1r1q1rk1/4bp1p/2n1bp2/p1P1p3/N2p4/P4NP1/4PPBP/R1Q1K2R b KQ - 0 16

Steinitz, notando che il Re bianco non è ancora arroccato, legge alla perfezione la posizione e trova una manovra eccellente sfruttando il suo centro mobile di Pedoni: 

16. ... d3! 17. e3 (non 17. exd3?? Dxd3 ed il monarca bianco è mortalmente bloccato al centro, esposto al tiro dei pezzi avversari) e4! 18. Cd2 f5 (murando l’Ag2) 19. O-O Te8?! (più aggressiva e consona sarebbe stata 19. ... Ce5, rafforzando il controllo sulla casa f3) 20. f3?? ... 

Zukertort, dopo essersi reso conto che il suo attacco sull’ala di Donna è stato neutralizzato, cerca disperatamente  di riattivare l’Alfiere campochiaro, tuttavia lo fa nel modo sbagliato. Più forte era 20. g4, minando il difensore del Pe4, per esempio 20. ... f4 (Dd5? 21. gxf5 Axf5 22. Cc3 con parità) 21. Cxe4 Axg4 22. exf4 Cd4 ed il Bianco ha posizione peggiore ma non disastrosa come in partita:

1r1qr1k1/4bp1p/2n1b3/p1P2p2/N3p3/P2pPPP1/3N2BP/R1Q2RK1 b - - 0 20

20. ... Cd4!! (una mossa fantastica che minaccia Cd4-e2+) 21. exd4 ...

Rifiutare il sacrificio del Cavallo non altera di molto la situazione: 21. Rh1 exf3 22. Axf3 (Cxf3? Cb3) Cxf3 23. Cxf3 Af6 24. Tb1 Txb1 25. Dxb1 Ad5! 26. Cb6 Ac6 ed il Nero domina.

21. Dxd4+ 22. Rh1 e3 (il centro mobile adesso diviene un inarrestabile rullo compressore) 23. Cc3 Af6! (Steinitz non ha fretta di ristabilire la parità materiale, perché il Bianco non ha più mosse difensive utili) 24. Cdb1 d2 25. Dc2 Ab3 26. Dxf5 d1=D 27. Cxd1 Axd1 28. Cc3 e2 (Dxc3 è più precisa, ma ormai la strada verso la vittoria è tutta in discesa) 29. Taxd1 (Cxe2 Axe2 30. Tfc1 Ad3 31. Dg4+ Dxg4 32. fxg4 Axa1 ed il Nero vince) Dxc3 30. abb. 0-1

La partita, nel formato di testo PDF (Portable Document Format), con le analisi dettagliate di un forte motore scacchistico.

Il file PGN (Portable Game Notation) della partita, utilizzabile con la maggior parte dei software scacchistici.

Il testo commentato della partita, nel formato PDF (Portable Document Format) con un'impaginazione ottimizzata per la stampa.