free web design templates

© Copyright 2019 Andreas Frank Vogt - All Rights Reserved

Computer

Motori scacchistici

Un motore scacchistico (in inglese è denominato chess engine) è un programma di analisi/gioco che è progettato per essere collegato ad un'apposita interfaccia grafica, al fine di agevolare l'interazione con il giocatore. Queste interfacce sono dette GUI (Graphical User Interface). Esempi in tal senso sono Arena, Chess Hero, Fritz e WinBoard. I motori e le GUI dialogano fra loro utilizzando appositi protocolli di comunicazione. I tre protocolli di gran lunga più popolari sono, in ordine alfabetico:

CB / CBP (ChessBase Protocol) - È il protocollo proprietario di ChessBase GmbH, una ditta di Amburgo (Germania) specializzata nella creazione e vendita di software per il gioco degli scacchi, senz'altro la più famosa nel suo campo. La più grande limitazione del protocollo CB è che non può esser utilizzato al di fuori dei software prodotti da tale azienda perché è protetto da copyright.

UCI (Universal Chess Interface) - È un protocollo open ("aperto", cioè non soggetto a copyright ed utilizzabile da chiunque). Progettato dai tedeschi Rudolf Huber e Stefan Meyer-Kahlen nel 2000, si è imposto rapidamente come lo standard di maggiore diffusione e successo.

WB / XB / WBP / XBP  (WinBoard / XBoard Protocol) - Conosciuto anche come Chess Engine Communication Protocol, era lo standard più popolare fino all'avvento di UCI. Creato dall'americano Tim Mann verso la metà degli anni '80, nacque per supportare le GUI gratuite WinBoard (per i sistemi operativi Microsoft Windows) e XBoard (per il sistema operativo Linux). 

Esempi di GUI compatibili con molti motori scacchistici sono Arena (accetta motori con protocollo UCI e WB), Fritz (supporta i protocolli CB e UCI) e WinBoard (solo WB). I motori scacchistici disponibili per queste ed altre GUI sono innumerevoli, pertanto qui di seguito ne sono elencati solo alcuni, fra cui i più conosciuti e rinomati (sia gratuiti che commerciali).

Scacchi Slavi (di Zagabria)
  1. ALARIC
    Il motore con machine learning dello svedese Peter Fendrich
  2. ANMON
    Il motore tattico, partner di Arena, del francese Christian Barreteau
  3. CRAFTY
    Il motore open source dell'americano Robert Hyatt
  4. DRAGON
    Motore, partner di Arena, creato dal francese Bruno Lucas
  5. FIRE (FIREBIRD)
    Fortissimo motore freeware del belga Norman Schmidt
  6. FRITZ
    Il chess engine portabandiera di ChessBase GmbH
  7. HERMANN
    Uno dei motori partner di Arena, creato dal tedesco Volker Annuss
  8. HOUDINI
    Il magico motore supertattico del belga Robert Houdart
  9. KOMODO
    Il più strategico fra i motori, creato dagli americani Don Dailey e Larry Kaufman
  10. RUFFIAN
    Altro motore partner di Arena, creato dallo svedese Perola Valfridsson
  11. RYBKA
    Il celebre motore del MI ceco Vasik Rajlich, che ha dominato le classifiche mondiali dal 2007 al 2010
  12. SHREDDER
    Tre volte vincitore del WCSC (World Computer Chess Championship), è il forte motore adattivo del tedesco Stefan Meyer-Kahlen
  13. SOS
    Uno dei motori partner di Arena, creato dal tedesco Rudolf Hubner
  14. SPIKE
    Aggressivo motore creato dai tedeschi Ralf Schäfer e Volker Böhm 
  15. STOCKFISH
    Il più forte motore open source (2019)