how to make your own website

© Copyright 2019 Andreas Frank Vogt - All Rights Reserved

Teoria

Gambetto di Donna rifiutato (GDR)

Apertura: Gambetto di Donna

Variante: Gambetto di Donna rifiutato / Difesa classica

Codice ECO: D30

FEN: rnbqkbnr/ppp2ppp/4p3/3p4/2PP4/8/PP2PPPP/RNBQKBNR w KQkq - 0 3

Linea standard: 1. d4 d5 2. c4 e6

Debutto ufficiale: 1834 (Labourdonnais)

rnbqkbnr/ppp2ppp/4p3/3p4/2PP4/8/PP2PPPP/RNBQKBNR w KQkq - 0 3

La spontanea risposta 2. ... e6 contro il Gambetto di Donna deve il suo debutto ufficiale al francese Louis-Charles de la Bourdonnais (1797 - 1840). Egli utilizzò per la prima volta questa variante in una partita a Londra nel 1834, durante il match contro Alexander McDonnell (1818 - 1899). Pur avendo perso quella partita, vinse il match col punteggio di +44, =14, –30. Da allora il rifiuto del Pedone di gambetto del Bianco con la spinta Pe7-e6 è divenuto un classico senza tempo, tanto che la continuazione in oggetto potrebbe tacitamente essere chiamata Difesa classica, perlomeno se non si tenesse conto che molti seguiti specifici hanno ormai una denominazione ben distinta e consolidata, come ad esempio la combattiva Difesa Tarrasch 3. Cc3 c5,  la tagliente Difesa di Manhattan 3. ... Cf6 4. Bg5 Cbd7 5. Cf3 Ab4 o la più tradizionale Difesa Ortodossa 5. e3 Be7 6. Nf3 O-O, la quale, appunto, può essere descritta come il più logico prolungamento della Difesa classica.

Il vantaggio della presente variante  rispetto alla Difesa Slava (2. ... c6) è che l'Alfiere camposcuro (Af8) può uscire subito, velocizzando l'arrocco corto. Inoltre il Cavallo nero di Donna può ancora piazzarsi nella sua casa naturale c6. Anzi, il Pc7 può essere usato senza perdite di tempi come ariete:  la spinta Pc7-c5 è una buona opzione per minare la solidità del Pd4.  L'unico vero tallone d'Achille della Difesa classica è, dunque, il fatto che il Pe6 blocca lo sviluppo dell'Alfiere campochiaro (Ac8). Non va considerato comunque uno svantaggio da poco, come è stato dimostrato in numerose partite di campioni e ciò spiega per quale motivo la Difesa Slava, che non soffre di questo inconveniente, è preferita da una moltitudine di forti giocatori. Un caso a parte è invece il rientro nella rocciosa Difesa Semi-Slava con 3. Nc3 Nf6 4. Nf3 c6, uno schema che fonde i due impianti assomandone le strategie: veloce messa in sicurezza del Re con l'arrocco corto e lancio, se possibile, di un attacco sull'ala di Donna con Pd5xc4 e Pb7-b5.

Louis-Charles de la Bourdonnais